Intervista al presidente

Donato de Filippo

Donato De Filippo, architetto modugnese, dal 2012 è il nuovo Presidente della USD MODUGNO.
Subentrato a Mimmo Falagario, il neo Presidente ha voluto dare una nuova impostazione sportiva e soprattutto gestionale alla Società.
Abbiamo rivolto al Presidente alcune domande su progetti e finalità.

 

 

 

 

DOVE NASCE LA SUA PASSIONE PER IL CALCIO?

La passione è nata, come del resto per la maggior parte degli appassionati di questo sport, fin da bambino quando mi divertivo a tirare calci ad un pallone con gli amici sotto casa.

Una passione che ho potuto coltivare attivamente solo fino all’adolescenza quando a fine anni ’80, spinto da esigenze scolastiche, ho deciso di dedicarmi agli studi, impegnandomi sodo e trasferendomi anche lontano da casa per perfezionare quella che tuttora è la mia professione.

COME È VENUTO A CONOSCENZA DELLA USD MODUGNO?

Alcuni degli attuali Dirigenti mi hanno contattato chiedendomi la disponibilità a prendere in mano le redini della U.S.D. MODUGNO.

Fino ad allora avevo seguito il calcio solamente allo stadio ed in tv, e certamente non conoscevo come potesse essere la gestione di una Società Sportiva. Questo però non mi ha spaventato ed ho accettato . Oggi alcuni di quei Dirigenti, in sintonia con quella che è la mia filosofia di calcio a livello giovanile, sono ancora al mio fianco.

Agonismo e comportamenti idonei a quello che è l’ideale di sport sono i presupposti per una buona gestione e riuscita di un progetto serio.

INVESTIRE IN QUESTO PERIODO ECONOMICAMENTE CRITICO NON HA INFLUITO SULLA SUA DECISIONE DI INTRAPRENDERE QUESTA NUOVA ATTIVITÀ?

È vero, oggi siamo in un periodo in cui è davvero dura reperire fondi da destinare a favore di Società calcistiche.

Fino a qualche anno fa si riusciva a trovare l’imprenditore che tramite la propria attività aiutava la Società ad affrontare le spese per tutta la durata della stagione calcistica. Adesso non è più possibile. Ringrazio infatti tutti i numerosi sponsor che ogni anno, anche con un piccolo contributo, partecipano alla realizzazione del progetto U.S.D. MODUGNO.

Ogni giorno sia la Società che i genitori degli iscritti compiono molti sacrifici pur di offrire ai piccoli calciatori una struttura seria, competente, sana, che possa accompagnarli dall’inizio della propria attività sportiva fino alla prima squadra.

IL PROGETTO USD MODUGNO

Il progetto è nato subito ed è un progetto per Modugno.

Abbiamo iniziato a lavorare dalla base, da un progetto di marketing e comunicazione studiato nei minimi dettagli.

Abbiamo ideato un nuovo logo, un sito internet, una pagina facebook ed una campagna di informazione e comunicazione.

Abbiamo creato il nostro inno, composto dal prof. Battista Bia e cantato da Roy Vasile.

Tutta gente modugnese che ha voluto dare una mano concreta a questo progetto.
Ovviamente questi sono i primi passi per cercare di creare una realtà a livello locale che cerchi di coinvolgere a 360 gradi la cittadinanza.
Il “cantiere” è in fase di sviluppo.

Per quanto riguarda la gestione della Società ho pensato ad un organigramma ampio sia per coinvolgere quanta più gente possibile sia per non lasciare nessun campo scoperto. Gestire tutte le categorie non è assolutamente un compito facile.

Ogni componente della Società sa qual è il proprio compito ed ha piena autonomia nel proprio lavoro: allenatori e collaboratori, divisi tra le varie categorie, tutti rigorosamente selezionati ed abilitati F.I.G.C.; dirigenti e accompagnatori, responsabili e supervisori tecnici che in sinergia operano per dare alla U.S.D. MODUGNO un’immagine di altissimo livello tecnico e logistico.

L’IMPORTANTE PASSO DELL’AFFILIAZIONE ALLA A.C.F. FIORENTINA COME NASCE?

Ai tempi dei miei studi come Architetto a Roma ho avuto il piacere di conoscere personalmente “Picchio” De Sisti, ex calciatore e dirigente della Fiorentina con cui ho mantenuto sempre un ottimo rapporto. Quando sono diventato presidente del la U.S.D. MODUGNO l’ho contattato per avere dei consigli pratici su come affrontare questa nuova avventura.

Visti i precedenti di alcune Società locali, diventate “satelliti” di grandi club, ho chiesto la sua consulenza su quale potesse essere il club professionistico con cui poter instaurare un rapporto collaborativo. Mi ha suggerito, nonostante la vicinanza a tante Società di serie A e B, senza dubbi la FIORENTINA sia per la professionalità sia per le competenze che rivolgono ai settori scolastici e giovanili.

Firmato il contratto con la FIORENTINA abbiamo ottenuto il loro “marchio” da poter indossare sulle nostre divise.

Non è semplice riuscire ad avere questi privilegi. Noi ci siamo riusciti innanzi tutto perché siamo l’unica SCUOLA CALCIO a Modugno riconosciuta dalla F.I.G.C.

IL PROGETTO È IN FASE DI AMPLIAMENTO?

Ovviamente si!

Abbiamo chiuso un importantissimo accordo con l’ex A.S.D. ORATORIO MODUGNO. Sono bastati un paio di incontri ed una stretta di mano guardandoci negli occhi per raggiungere l’intesa su tutti i fronti. La mia filosofia di calcio e sport era la stessa che adottava il presidente Luca Corriero, i dirigenti e i tecnici della sua ex Società, per cui non è stato difficile fondere le due realtà in una sola.

Ovviamente la mia disponibilità è aperta anche alle altre Società modugnesi che abbiano la voglia di crescere insieme.

PERCHÉ UN GENITORE DOVREBBE ISCRIVERE IL PROPRIO FIGLIO ALLA USD MODUGNO?

Perché la U.S.D. MODUGNO, oggi, offre una competenza tecnica eccellente, questo non lo dico solo io ma i numeri. Anno dopo anno infatti i nostri iscritti sono in continuo aumentano.

La F.I.G.C. impone alle Società la carta del Bambino. Detta le linee guida di insegnamento per i bambini dai 6 ai 12 anni. Dal puro divertimento per i più piccoli alle basi tecniche per i più grandi.
Fondamentali per la nostra Società sono il comportamento e l’andamento scolastico del bambino. Ogni anno, statisticamente, 1 bambino su 20.000 approda in serie A. Questo significa che è giusto che ci sia il sogno calcistico ma l’istruzione per un futuro inserimento nel mondo lavorativo è importantissima.

Per questo motivo abbiamo inserito nell’organico societario una professoressa che controllerà anche l’andamento scolastico di ogni singolo atleta. Un’iniziativa che è stata molto apprezzata dai genitori dei nostri iscritti.

I RAPPORTI CON L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE?

Da qualche anno, purtroppo, la nostra città ha vissuto momenti “poco felici”.
La carenza di strutture, l’inagibilità di alcune, una carente forma di organizzazione, sono dati oggettivi di come si possa vivere lo sport a Modugno.
La mia idea è quella di cercare, qualora fosse possibile, di rilevare le strutture esistenti, adeguarle alle vigenti normative e fornire agli utenti un sevizio migliore.
In tanti Comuni limitrofi le strutture sportive sono gestite da Società sportive, con risultati eccellenti sia per le stesse che per chi ne usufruisce nonché per le amministrazioni comunali.

Questo è un passo che non appena possibile cercherò di fare.

QUAL È L’AUSPICIO DEL PRESIDENTE PER L’INIZIO DI QUESTA NUOVA STAGIONE?

Come in ogni stagione gli impegni saranno tanti e porteranno via tempo, danaro e tanti sacrifici.

La competizione deve esserci sempre in tutti i campionati ed a tutte le età, la passione è per ciascuno dei ruoli lo strumento fondamentale per raggiungere l’obiettivo comune prefissato.
L’auspicio per tutti è di credere sempre in ciò che si fa e di ottenere tantissime soddisfazioni.

TOP SPONSOR